FUTSALVENETO ANCHE SU
 
   
Google Search
 
   


Menù
 
   
  Regolamento del sito
  FAQ (domande frequenti)
  Come Registrarsi
  Home Page
  Forum
  Info Personali
  Gioca la schedina
  Gestione squadra
  Stagione 2017-2018
  Stagioni Precedenti
  Regole Calcio a 5
  News
  Come postare le news
  Inviaci una News
  Links
  Contatti
  Segnala il sito
  Privacy
  L’ANGOLO DEL C.R.V.
  LA TRU-BRICA
  ANGOLO DI CECCHIGOL
  FACEBOOK
Disclaimer
 
   
La pubblicazione di contenuto di qualsiasi tipo, letterale o altro, da parte di utente in qualsivoglia area accessibile del sito non implica alcuna adesione dello Staff di Futsalveneto a tale contenuto, né la condivisione della responsabilità, che resta individuale ed esclusivamente a capo dell'utente.

ATTENZIONE:
L'IP dell'utente che posta nel forum viene registrato insieme al messaggio e puo' essere fornito su richiesta dell'autorita' giudiziaria al fine di individuare gli autori di messaggi offensivi, diffamatori o illegali in genere. In casi normali l'IP non viene reso pubblico.
 
futsalveneto :: Leggi argomento - News Menegatti Metalli C5 Stagione 2014-15
 FAQFAQ   CercaCerca   GruppiGruppi   ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

News Menegatti Metalli C5 Stagione 2014-15
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... , 9, 10, 11  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Serie B
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
FutsalWorld
Tifoso accanito
Tifoso accanito


Registrato: Jul 04, 2005
Messaggi: 634

MessaggioInviato: Mer 01 Apr 2015 @ 07:56    Oggetto: Rispondi citando

Menegatti Metalli, il presidente Munari e la risposta della squadra: “Hanno tirato fuori gli attributi”
Ad una giornata dalla fine della regular season il massimo dirigente rossonero torna sul successo di sabato con il Cesena, e punta già il mirino sulla partita che vale una stagione a Castelfidardo: “Se i ragazzi giocheranno come sanno…”

Zanè (VI) – Ha vissuto intensamente in tribuna la sfida di sabato al Pala Zanè col Cesena, ma più che altro era sempre col telefonino in mano per avere news da Villorba, coi Diavoli che alla fine hanno onorato il campionato e hanno centrato un successo che per la Menegatti Metalli ha significato ritorno al primo posto. Parliamo ovviamente del presidente Marco Munari, che ci racconta le emozioni di una settimana che vale una stagione.

Marco Munari, sabato la prima squadra della Menegatti Metalli C5 è tornata alla vittoria nel match casalingo col Cesena. Prima cosa, come valuti la prestazione?
“La prestazione è stata senza dubbio molto soddisfacente, sia come atteggiamento che come gioco”.

La società e lo staff tecnico avevano chiesto una reazione d’orgoglio. Che risposte ha dato la squadra?
“Pochi giri di parole: i ragazzi hanno tirato fuori gli attributi…”.

So che non è bello parlare delle disgrazie altrui, ma come avete metabolizzato il successo dei Diavoli a Villorba? Quanto sarà difficile mantenere calmi gli animi della squadra?
“Che con i Diavoli sarebbe stata dura lo sapevamo infatti la nostra squadra sia all'andata che al ritorno ha fatto molta fatica (1 vittoria e 1 pareggio). Per quanto concerne il mantenere gli animi calmi, il mister sa cosa deve fare con i ragazzi”.

In che cosa dovrà lavorare maggiormente la squadra in una settimana che precede senza dubbio la partita più importante della storia della Menegatti Metalli C5?
“Si deve lavorare come sempre hanno fatto, seguendo le nozioni di mister Albertini”.

Nel prossimo impegno di campionato, la squadra sarà chiamata dalla trasferta di Castelfidardo, che partita dovremo aspettarci, e soprattutto che tipo di gestione mentale dovrà avere la squadra?
“Se giocano come sanno fare...”!
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
FutsalWorld
Tifoso accanito
Tifoso accanito


Registrato: Jul 04, 2005
Messaggi: 634

MessaggioInviato: Gio 02 Apr 2015 @ 06:25    Oggetto: Rispondi citando

Menegatti Metalli, questa è la vera finale. A Castelfidardo per vincere e volare in Serie A2
Pochi discorsi, la dea bendata è venuta in aiuto dei rossoneri che ora non devono sprecare questa chance per centrare la promozione. Si giocherà al Pallone Geodetico di Castelfidardo sabato pomeriggio alle 16.00

Zanè (VI) - Chi è fatalista lo sa che il destino spesso si diverte a mescolarti le carte quando meno te lo aspetti. In senso negativo, ma a volte in senso molto positivo. Ed è proprio questo che è capitato alla Menegatti Metalli C5, che da sabato è tornata al primo posto del campionato di Serie B ad una giornata dalla fine della regular season. Una chance che il destino ha voluto concedere ai rossoneri di Diego Albertini dopo che per un mese l’inerzia negativa aveva portato quasi tutti nell’ambiente a credere che il sogno fosse finito. Ma il successo col Cesena, e la vittoria dei Diavoli a Villorba, hanno riconsegnato la testa della classifica ai vicentini, che ora sono tornati dunque ad essere padroni del proprio destino. Un’agevolazione, ma pure una bella responsabilità per i rossoneri, che dunque questa settimana avranno una sola missione: andare a Castelfidardo per vincere e volare in Serie A2. Detta così sembra facile, ma attenzione, perché i marchigiani sono una delle squadre più forti e organizzate del campionato, e quindi servirà davvero la miglior Menegatti Metalli della stagione per tornare a casa col sorriso sulle labbra. Sabato pomeriggio si giocherà ancora alle 16.00, al Pallone Geodetico di Castelfidardo, tana delle partite interne di una Tenax che è ancora in corsa per un posto di prestigio nei play off, e quindi di regalare qualcosa non ne avrà la benché minima intenzione. Dentro tutti dunque, con la voglia di far vedere chi è la Menegatti Metalli, per vincere e mettere a tacere tante critiche che si sono sentite nelle scorse settimane. Cuore, orgoglio e determinazione: solo così si vincerà! DAI DAI

Il programma delle partite della 26° giornata - 04/04/2015: Adriatica-Alma Juventus Fano, Diavoli-Buldog Lucrezia, Torresavio Cesena-Calcio a 5 Palmanova, Carrè Chiuppano-Cus Ancona, Dolomitica Futsal BL-Futsal Villorba, Castelfidardo-Menegatti Metalli (Pallone Geodedico di Castelfidardo, ore 16.00). Fano riposo

La classifica: Menegatti Metalli C5 55, Futsal Villorba 54, Carrè Chiuppano 54, Torronalba Castelfidardo 43, Diavoli 41, Torresavio Cesena 30, Buldog Lucrezia 27, Calcio a 5 Palmanova 26, Alma Juventus Fano 24, Adriatica 23, Dolomitica Futsal BL 22, Cus Ancona 17, Fano 15.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
FutsalWorld
Tifoso accanito
Tifoso accanito


Registrato: Jul 04, 2005
Messaggi: 634

MessaggioInviato: Dom 05 Apr 2015 @ 16:09    Oggetto: Rispondi citando

Menegatti Metalli, una vittoria che vale un campionato. Promozione in Serie A2!
Successo per 5-4 a Castelfidardo con tripletta di Dalmas, reti di Manzalli e capitan Santana. Vittoria storica per il club di Munari e Menegatti al primo anno nella cadetteria. E da venerdì si torna in campo al Pala Zane' per la Final Eight di Coppa Italia contro il Real Cornaredo

Castelfidardo (AN) - Il cielo si è colorato di rossonero sopra Castelfidardo! La Menegatti Metalli C5 ha compiuto il suo dovere, ha vinto per 5-4 l'ultima partita della regular season, ed ha così centrato una storica e meritata promozione in Serie A2 al primo assalto. Una vittoria meritata quella centrata dalla squadra di Diego Albertini, che premia un percorso stagionale quasi perfetto, eccezion fatta per un marzo nero, cui però il gruppo ha reagito da grande squadra nel momento in cui serviva tirar fuori gli attributi. Squadre al gran completo per quella che aveva tutte le caratteristiche di una finale; nella Tenax dentro lo spauracchio Sgolastra, e nella Menegatti rientro in rosa anche per Kokorovic, sebbene claudicante ma in campo per il bene della causa. Inizio sprint della Menegatti, in quintetto con Ruzza, Santana, Manzalli, Mazzariol e Dalmas, con chance immediate per Manzalli e Santana, mentre i locali si affidano a Massaccesi. Dopo due occasioni per Dalmas, i vicentini sbloccano il risultato al 5' con il perfetto inserimento di Manzalli che fredda Angelelli. Preme ancora la squadra ospite, con Marcante, Mazzariol e Manzalli, ma nel momento migliore dei rossoneri il Castelfidardo pareggia col tocco sul secondo palo di Piersimoni al 10'40. Ricomincia a prendere campo la squadra ospite, e dopo aver messo il portiere alla prova con Dalmas e Marcante, si riporta avanti al 17'40 con Dalmas che chiude un perfetto contropiede di Manzalli. Prima dell'intervallo spazio anche per il terzo gol rossonero, al 18'30 con capitan Santana che in ripartenza insacca su invito di Mazzariol. Si va alla ripresa e la Menegatti sembra essere rimasta negli spogliatoi. Il Castelfidardo, infatti, riesce nel giro di 4' a segnare tre gol praticamente identici con Piersimoni e due volte Massaccesi. Gelo al palasport marchigiano, ma i rossoneri si scuotono e al 6' pareggiano di nuovo i conti con Dalmas, che insacca sulla respinta del portiere su tiro di Marcante. Soffre la squadra di Albertini, quando il palo salva Ruzza al 8' sul tiro di Sarnari, ma dopo una chance per Manzalli e Santana, arriva il gol promozione, e lo realizza il capocannoniere Dalmas al 12' su assist di un monumentale Santana. Ma non è finita, perché il Castelfidardo ci prova col il tiro di Piersimoni al 17', con Ruzza che risponde da campione. Ma non c'è più tempo, e nonostante il forcing finale dei padroni di casa che ci provano fino all'ultimo istante, arriva la vittoria che regala a tutto il gruppo un risultato storico, e garantisce una carica supplementare in vista della Final Eight di Coppa Italia Serie B che si giocherà proprio a Zane' a partire da venerdì 10 aprile con le gare dei quarti di finale.

Il tabellino
Tenax Castelfidardo - Menegatti Metalli 4-5 (pt 1-3)
Tenax Castelfidardo: Angelelli, Falcetelli, Ciavattini, Sarnari, Di Iorio, Massaccesi, Piersimoni, Sgolastra, Lorenzetti, Gabbanelli, Latini, Aconiti. All. Paolo Perugini
Menegatti Metalli: Berlaffa, Boulahjar, Cirtoaje, Santana, Marcante, Manzalli, Carretta, Dalmas, Vigolo, Kokorovic, Mazzariol, Ballardin o Ruzza. All Diego Albertini
Arbitri: Fabiano Maragno di Bologna e Fabio Mavaro di Parma. Cronometrista: Riccardo Davi' di Bologna
Reti: pt 5' Manzalli (M), 10' Piersimoni (C), 17' Dalmas (M), 18' Santana (M). St 2' Piersimoni (C), 2'30 e 4' Massaccesi (C), 6'40 e 12' Dalmas (M)
Espulsi: il tecnico del Castelfidardo, Perugini, per proteste. Ammoniti: Carretta, Manzalli, Dalmas. Tiri liberi: 0/0; 0/0

Nicola Ciatti
Da Il Giornale di Vicenza
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
FutsalWorld
Tifoso accanito
Tifoso accanito


Registrato: Jul 04, 2005
Messaggi: 634

MessaggioInviato: Dom 05 Apr 2015 @ 16:10    Oggetto: Rispondi citando

Menegatti Metalli, Kokorovic si gode la Serie A2: “Al completo abbiamo dimostrato di meritare questa promozione”.

Zanè (VI) – Il periodo di calo della squadra è coinciso proprio con il suo infortunio, che lo ha tenuto fuori dal campo quasi un mese. Ma alla fine Ognjen Kokorovic è tornato a dare il suo contributo nelle partite che contavano di più, ed assieme ai suoi compagni ha messo gli ultimi mattoncini che hanno portato la squadra in Serie A2.

Ognjen, cosa rappresenta per te la vittoria di questo campionato? Che emozioni stai provando? Qual'è stata la vostra arma in più?
“La vittoria di questo campionato rappresenta il raggiungimento dell'obiettivo che ogni anno mi prefiggo. È una bellissima sensazione vedere il frutto di una stagione di lavoro duro e sacrificio. La nostra squadra ha un ottimo mix di giocatori di esperienza e di giocatori che con la qualità della corsa fanno la differenza, oltre alla qualità tecnico/tattiche. Al completo abbiamo dimostrato di meritare di più delle altre squadre questo campionato”.

Nemmeno il tempo di festeggiare che ci si deve concentrare sulla Final Eight Coppa Italia che giocheremo in casa, a Zanè. Con che spirito e che ambizioni ci presenteremo a questo appuntamento? Che emozioni vi suscita il fatto di giocare in casa questo appuntamento così importante?
“Dopo la conquista della Serie A2, arriviamo alla Final Eight con molto entusiasmo. Il fatto di giocare in casa non dovrebbe cambiare molto, visto che a mio avviso ogni partita dev'essere affrontata con la stessa determinazione e voglia di vincere”.



Menegatti Metalli C5, la gioia del capitano Santana: “Un risultato dal valore inestimabile”

Zanè (VI) – Le vittorie sono sempre belle, e per ogni giocatore portano grande soddisfazione. Ma non ce ne voglia nessuno, quello che Jonny Santana rappresenta per la Menegatti Metalli va oltre il mero aspetto di campo. Uomo leader, dentro e fuori, uno che si carica sempre la pressione sulle spalle, e che dopo essere tornato a casa ha vinto la sua scommessa portando la società rossonera in Serie A2. E poi, diciamocelo, il primo regalo per “Felipao” è arrivato, se poi arrivasse anche qualche soddisfazione dalla Final Eight…

Jonny, cosa rappresenta per te la vittoria di questo campionato? Che emozioni stai provando? Qual'è stata la vostra arma in più?
“Per me rappresenta una gioia indescrivibile. Da protagonista da inizio campionato sempre. E dopo riuscire a rimontare un'altra volta. Non è mai facile. Difficile trovare parole, la nostra arma in più secondo me è stata sempre la voglia di crederci sempre fino alla fine. Come abbiamo fatto.. Facendo sempre il nostro. E fortunatamente gli ultimi risultati hanno girato a favore nostro. Comunque il lavoro paga e premia sempre chi merita”.

Nemmeno il tempo di festeggiare che ci si deve concentrare sulla Final Eight Coppa Italia che giocheremo in casa, a Zanè. Con che spirito e che ambizioni ci presenteremo a questo appuntamento? Che emozioni vi suscita il fatto di giocare in casa questo appuntamento così importante?
“Secondo me è sempre bello vincere, abbiamo festeggiato, però adesso mettiamo i piedi per terra e pensiamo subito alla Coppa e al Real Cornaredo visto che la settimana è molto corta. Bisogna presentarsi nel primo appuntamento con spirito di sacrificio e voglia di vincere. Giocare in casa è sempre meglio, una spinta in più. Stare vicino alla famiglia e ai tifosi. Comunque dobbiamo pensare a dare il nostro meglio solo così abbiamo delle grosse possibilità di fare una grande Final Eight. In bocca lupo a tutte le squadre”.


Menegatti Metalli, mister Albertini si gode il ParAdiso: “Abbiamo dimostrato di essere i più forti”

Zanè (VI) – E’ stato un vero e proprio concentrato di emozioni quello che ha vissuto Diego Albertini nella partita di Castelfidardo contro una squadra che ha onorato fino in fondo in campionato. Gioia, preoccupazione, esaltazione, paura: tutte insieme nell’arco di quaranta minuti, ma alla fine ha potuto lasciarsi andare ad un urlo liberatorio per un successo che ripaga di tanti sacrifici!

Mister, cosa rappresenta per te la vittoria di questo campionato? Che emozioni stai provando?
“Si dice che tutti partono per far bene ma una sola vince, e la Menegatti Metalli sul campo ha dimostrato di essere la più forte (22 punti su 24 negli scontri diretti dalla seconda alla quinta): è il settimo anno consecutivo che vinco il campionato, con ruoli differenti, ma ogni volta è indimenticabile, soprattutto per chi come me vive sportivamente SOLO per VINCERE”.

Qual'è stata la vostra arma in più?
“L'arma in più è stata con margini di miglioramento la serietà di una società che rispetta le scadenze e onora gli impegni presi in un mondo di mille promesse non mantenute”.

Nemmeno il tempo di festeggiare che ci si deve concentrare sulla Final Eight Coppa Italia che giocheremo in casa, a Zanè. Con che spirito e che ambizioni ci presenteremo a questo appuntamento? Che emozioni vi suscita il fatto di giocare in casa questo appuntamento così importante?
“Tutti i successi vanno festeggiati e noi fino a martedì godremo tutto quello accaduto; la Final Eight è un torneo e lo affronteremo per far conoscere a tutti di che pasta siamo fatti. Giocarlo in casa è motivo per avere il pubblico dalla nostra parte ma avremmo giocato per vincere la competizione anche lontani da Zanè”
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
FutsalWorld
Tifoso accanito
Tifoso accanito


Registrato: Jul 04, 2005
Messaggi: 634

MessaggioInviato: Dom 05 Apr 2015 @ 16:46    Oggetto: Rispondi citando

Menegatti Metalli, il saluto di Saulo Dalmas: “La mia ultima stagione in Italia; ci tenevo a lasciare da vincente”

Zanè (VI) – Arrivato in estate come ultimo rinforzo regalato dalla società al tecnico, Saulo Dalmas ha avuto un minutaggio molto alto in questa stagione che ha portato la Menegatti Metalli in Serie A2. E con lui abbiamo voluto tracciare un ricordo di quest’annata, che sarà l’ultima italiana del pivot brasiliano.

“Io ci tenevo tantissimo alla vittoria di questo campionato. Anche perché per me risulta ancora più speciale, essendo la mia ultima stagione in Italia volevo lasciare da vincente come sono sempre stato nella mia vita. E questo non sarebbe stato possibile senza la nostra "arma in più", che è e sempre sarà il gruppo, perchè senza i compagni di squadra e con questo voglio dire tutti i compagni, da quelli che giocano di più fino a quelli che non hanno mai giocato. Per questo mando un grazie a tutti i miei compagni di squadra”.

Sulla Final Eight che inizierà venerdì: “Sicuramente affronteremo nei migliore dei modi questa Final Eight dopo la vittoria del campionato che ci ha sollevato il morale. E dopo avremo la possibilità di giocare in casa nostra, che è sempre una bella cosa, ma che comunque non garantisce il risultato positivo. Certo che qualche certezza e carica in più ce la dà”.









Menegatti Metalli C5, l’orgoglio di Dario Carretta: “Sembrava avessimo mollato, ma non eravamo morti…”

Zanè (VI) – Pedina importantissima nello scacchiere rossonero, Dario Carretta, è stato uno di quei giocatori sui quali contare sempre, sia nelle partita agevoli che in quelle molto intense. Con lui abbiamo voluto analizzare questa meravigliosa promozione in Serie A2.

Dario, cosa rappresenta per te la vittoria di questo campionato? Che emozioni stai provando? Qual'è stata la vostra arma in più?
“Per me la vittoria di questo campionato rappresenta molto! Orgoglioso di far parte di questa squadra; penso sia un risultato meritato, ma allo stesso tempo sudato fino alla fine! Non è mai facile fare una stagione così di successo, soprattutto per una realtà nata proprio quest'anno! Sicuramente la professionalità di noi giocatori ha reso possibile questa vittoria, ma grande merito va anche a tutto lo staff e alla società che fino alla fine ha contribuito in maniera buona! Felice dunque per aver lottato fino alla fine; anche se sembrava essere svanito l'obiettivo abbiamo saputo mettere in campo cuore e carattere riuscendo ad avere la meglio sulle ottime concorrenti !! Personalmente penso che ogni giocatore giochi per vincere di partita in partita e di conseguenza di stagione in stagione per cui riuscire a vincere un titolo così nonostante le difficoltà avute è una grandissima soddisfazione”!

Nemmeno il tempo di festeggiare che ci si deve concentrare sulla Final Eight Coppa Italia che giocheremo in casa, a Zanè. Con che spirito e che ambizioni ci presenteremo a questo appuntamento? Che emozioni vi suscita il fatto di giocare in casa questo appuntamento così importante?
“Vincere il campionato ha portato in noi molta serenità e una buona dose di consapevolezza nei nostri mezzi; cose che, forse, in parte nell'ultimo periodo erano venute meno. Ora andiamo ad affrontare la Final Eight con la voglia e la determinazione di vincere sapendo la spettacolarità e la bellezza di partecipare a questa competizione! Giocarla in casa a mio avviso è una cosa favorevole a noi in quanto sarà sicuramente bello avere l'appoggio del pubblico. Sappiamo inoltre che sarà dura ma abbiamo dimostrato di avere le capacità di fare bene sempre”
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
FutsalWorld
Tifoso accanito
Tifoso accanito


Registrato: Jul 04, 2005
Messaggi: 634

MessaggioInviato: Dom 05 Apr 2015 @ 18:02    Oggetto: Rispondi citando

Menegatti Metalli C5, il segreto di Marcante: “Siamo stati squadra da subito”

Zanè (VI) – Poco da fare, ci sono giocatori che non saranno appariscenti, ma che ricoprono un’importanza pazzesca all’interno di una squadra e soprattutto di un gruppo. E’ stata una stagione ottima per Michele Marcante, un elemento mai sopra le righe, capace di dare sempre il suo contributo quando chiamato in causa.

Mike, cosa rappresenta per te la vittoria di questo campionato? Che emozioni stai provando? Qual'è stata la vostra arma in più?
“Vincere un campionato di serie B è sempre un emozione immensa, soprattutto in questo girone in cui tutte le squadre erano compatte ed organizzate. Penso che aver vinto questo campionato con una squadra costruita ad inizio stagione sia motivo di orgoglio, creare un gioco compatto con giocatori nuovi non è mai facile, ma noi siamo riusciti a diventare squadra fin da subito. Questa forse è stata la nostra arma in più”.

Nemmeno il tempo di festeggiare che ci si deve concentrare sulla Final Eight Coppa Italia che giocheremo in casa, a Zanè. Con che spirito e che ambizioni ci presenteremo a questo appuntamento? Che emozioni vi suscita il fatto di giocare in casa questo appuntamento così importante?
“Giocare una Final Eight di Coppa Italia penso crei dentro di noi un’emozione immensa, per non parlare del fatto che giocheremo nel nostro palazzetto! Cercheremo di giocare come sempre, puntando sulle nostre individualità e sul gioco di squadra. Sappiamo che abbiamo le potenzialità per fare bene anche in questa competizione e questa settimana ci prepareremo al meglio per poter affrontare fin da subito e con lo spirito giusto la partita di venerdì! Che dire… un grosso in bocca al lupo a tutte le squadre partecipanti! Che vinca il migliore”
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
FutsalWorld
Tifoso accanito
Tifoso accanito


Registrato: Jul 04, 2005
Messaggi: 634

MessaggioInviato: Lun 20 Apr 2015 @ 13:00    Oggetto: Rispondi citando

Menegatti Metalli C5, l’euforia di Diego Albertini: “Stagione strepitosa; rimarrà nei ricordi per tanto tempo”
Il tecnico rossonero, ad una settimana dalla conclusione ufficiale della stagione per la prima squadra, traccia il bilancio di quello che è andato bene, di quello che si poteva fare meglio, e di quello che si spera sarà nel futuro prossimo

Zanè (VI) – Sarà che è un perfezionista, e a perdere non ci sta nemmeno nelle partitelle di allenamento, quindi l’eliminazione in semifinale della Final Eight di Coppa Italia organizzata in casa proprio non gli va giù, ma tracciando un’analisi globale della sua esperienza sulla panchina della Menegatti Metalli C5, il bilancio non può che essere assolutamente positivo. Con Diego Albertini abbiamo realizzato questa intervista in cui si parla del passato, e cioè del successo del campionato di Serie B, del presente, rappresentato dalla Coppa Italia, e del futuro, per quello che sarà il debutto dei rossoneri nella prossima Serie A2.

Diego Albertini, la stagione della prima squadra è terminata da pochi giorni. Che bilancio ti senti di tracciare di quest'annata?
“Quando si vince un campionato di Serie B Nazionale il bilancio non può che essere strepitoso. Ha coinvolto tutti i facenti parte della società Menegatti Metalli C5, di conseguenza onore e merito a ognuno di noi”.

Ripensando a quello che è stato, qual'è stato il ricordo più bello, l'immagine che ti porterai dentro?
“Sarebbe troppo facile e riduttivo dire i sorrisi e la festa alla sirena finale di Castelfidardo; il ricordo e l'immagine più bella che mi porto dentro sono le due convincenti e roboanti vittorie in casa contro le più dirette concorrenti Carrè Chiuppano e Villorba”.

Il campionato è stato vinto all'ultima giornata. Qual'è stata la vostra arma in più rispetto alla concorrenza nell'arco della stagione?
“L'arma in più è stata proprio quel punticino in più a fine campionato, forse frutto di maggiore fame e determinazione negli scontri diretti”.

Capitolo Final Eight di Coppa Italia organizzata in casa con eliminazione in semifinale. Ripensando a quell'evento, c'è un pizzico di rammarico? Che bilancio vi sentite di tracciare della Final Eight giocata in casa?
“Il capitolo Final Eight è la nota dolente della stagione; volevo vincerla a tutti i costi, ma forse l'euforia post campionato e qualche giocatore non al meglio ha contribuito alla nostra eliminazione”.

L'anno prossimo sarà Serie A2, che aspettative dovrà avere secondo tela Menegatti Metalli C5 nella seconda serie nazionale?
“Sono diversi anni che sono nel futsal, la differenza è sempre il budget che si ha a disposizione. Paolo Menegatti come primo sponsor credo vorrà costruire una squadra solida per un campionato di alta classifica, speriamo trovi degli investitori che credano in lui e nel progetto”.

Ultima cosa, siamo ai saluti. Qual'è la dedica per i successi ottenuti in questa straordinaria stagione?
“Una menzione la meritano presidente, vice e direttore sportivo (Munari,Menegatti e Troiani) che hanno creduto in me. Ma la dedica di questo successo va alle mie due splendide donne di casa, Vittoria che presto diventerà mia moglie e Maffy il mio “amstaff” capace anche nei miei momenti difficili di regalarmi gratuitamente amore e affetto impagabili. Ci tengo a sottolineare poi il fatto di aver conosciuto una persona formidabile nel suo lavoro e fuori dal campo, Nicola Ciatti che è davvero un super giornalista”
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
FutsalWorld
Tifoso accanito
Tifoso accanito


Registrato: Jul 04, 2005
Messaggi: 634

MessaggioInviato: Mar 21 Apr 2015 @ 07:22    Oggetto: Rispondi citando

Menegatti Metalli C5, la stagione secondo “Mike” Marcante: “Stratosferica”!
Il laterale offensivo della squadra rossonera traccia il suo ricordo di un’annata da incorniciare per la squadra vicentina, che ora dovrà farsi trovare pronta nell’allestimento della rosa per la Serie A2

Zanè (VI) – Leader silenzioso. Questa è la definizione che viene in mente pensando a Michele “Mike” Marcante. Una di quelle presenze determinanti all’interno di un gruppo. Per il laterale offensivo quella da poco terminata è stata senza dubbio una stagione da protagonista; dopo il ritorno dall’esperienza spagnola, è stato una delle colonne portanti made in Italy della Menegatti Metalli che ha centrato la promozione in Serie A2. Con lui abbiamo realizzato l’intervista che segue.

Michele Marcante, la stagione della prima squadra è terminata da pochi giorni. Che bilancio ti senti di tracciare di quest’annata?
“Mi sento di dare un bilancio più che positivo a quest’annata calcistica, se dovessi racchiuderlo in una parola unica la considererei un annata “STRATOSFERICA”.

Ripensando a quello che è stato, qual'è stato il ricordo più bello, l'immagine che ti porterai dentro?
“Il ricordo “umano” più bello è stato quando al mio ritorno dalla Spagna sono stato accolto a braccia aperte dai miei compagni di squadra. Penso che al di là del campionato vinto, ritrovare le amicizie che avevo lasciato temporaneamente è stata la mia gioia più grande. Se invece mi stai chiedendo del ricordo più bello e più emozionante a livello calcistico, per me è indelebile il gol del 2-1 segnato contro il Villorba in trasferta. Più di tutti però l’immagine di gioia dei miei compagni al suono della sirena a Castelfidardo, li si ho capito che abbiamo fatto qualcosa di STRAORDINARIO”.

Campionato vinto all'ultima giornata. Qual'è stata la vostra arma in più rispetto alla concorrenza nell'arco della stagione?
“La nostra arma in più penso sia stata la tranquillità con cui affrontavamo le partite, la consapevolezza delle nostre potenzialità e dei nostri limiti, cercando di esprimere al meglio sul campo i primi e cercando invece di lasciare “a casa" il più possibile i secondi”.

Capitolo Coppa Italia. Siete usciti in semifinale, ripensando a quell'evento, c'è un pizzico di rammarico? Che bilancio vi sentite di tracciare della Final Eight giocata in casa?
“Dopo aver vinto il campionato abbiamo cercato di preparare al meglio la Final Eight che si è giocata a Zanè con la voglia di vincerla. Giocare una competizione di Coppa è molto diversa da giocare 24 partite di campionato. Sarebbe stato bello aver giocato la finale contro il Cisternino nel proprio palazzetto, ma purtroppo ciò non è avvenuto. Sono sicuro che tutti abbiano dato il 100 % che in quel momento potevano dare”.

L'anno prossimo sarà Serie A2, che aspettative dovrà avere secondo voi la Menegatti Metalli C5 nella seconda serie nazionale?
“Personalmente spero di poter aver l’onore di ritornare a giocare in Serie A2, una serie nazionale ben più impegnativa sia a livello quantitativo che qualitativo. Le aspettative che dovrà avere la Menegatti Metalli c5 dovranno essere molto importanti, nulla dovrà essere lasciato al caso. Sono sicuro che Paolo Menegatti, Marco Munari e tutto lo staff societario si siano già attivati per gettare le basi per un’altra annata di calcio a 5 con stimoli nuovi e di soddisfazioni”.

Ultima cosa, siamo ai saluti. Qual'è la dedica per i successi ottenuti in questa straordinaria stagione?
“I miei ringraziamenti sono rivolti a tutti ai MIEI COMPAGNI DI SQUADRA, con i quali ho vissuto mesi indimenticabili e trovato nuove amicizie che penso dureranno per molto tempo. Dedico questo campionato anche ai miei due mister di quest’anno: FABIO GROTTO E DIEGO ALBERTINI mi hanno dato la possibilità di poter giocare da protagonista questo campionato nazionale di Serie B. Un ulteriore ringraziamento va a PAOLO MENEGATTI, MARCO MUNARI e a tutto lo staff societario e dirigenziale, hanno creduto in me e sono felice di aver potuto far parte di questo nuovo progetto. L’ultimo ringraziamento , ma non per importanza, è rivolto alla mia famiglia, mia madre Cinzia, mio padre Renato ma anche a mio Zio Andrea che han sempre cercato di esserci ad ogni partita di campionato e coppa. Sono sicuro che senza di loro non avrei potuto vivere quest’anni pieni di emozioni e ricchi di soddisfazioni. Quindi posso solo che dire: GRAZIE, Grazie a tutti. Grazie anche a tutti i tifosi che ci han sostenuto dall'inizio alla fine del campionato, meritano la serie A2 quanto noi”.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
FutsalWorld
Tifoso accanito
Tifoso accanito


Registrato: Jul 04, 2005
Messaggi: 634

MessaggioInviato: Mer 22 Apr 2015 @ 07:07    Oggetto: Rispondi citando

Menegatti Metalli, la dedica di Jonny Santana: “Vittoria per Gisele e Felippe”
Il capitano e faro della squadra rossonera torna sull’esaltante stagione della squadra, e dedica tutti i successi conquistati (campionato e Supercoppa) alla moglie che da pochi giorni gli ha regalato il dono più importante, il primogenito

Zanè (VI) – Quando dici Menegatti Metalli C5 il primo pensiero va a lui, poco da fare. Jonny Santana è il faro, l’uomo simbolo, il leader dentro e fuori dal campo, il trascinatore e soprattutto quello che non si risparmia mai per il bene comune. C’è molto del capitano nei successi conquistati in questa stagione dalla squadra rossonera, la Supercoppa e il Campionato. Alle prese per diverso tempo con problemi fisici che ne hanno limitato il rendimento, Jonny non si è mai tirato indietro, scendendo in campo col dolore per non far mancare il suo determinante apporto ai suoi compagni. E alla fine è stata gioia grande essere volati in Serie A2, una categoria che Santana conosce bene e che nella quale potrà essere ancora grande protagonista. Dediche? In questo caso è fin troppo facile pensando che da pochi giorni l’amata Gisele gli ha regalato il dono più prezioso del mondo, il primogenito Felippe!

Capitan Jonny Santana, la stagione della prima squadra è terminata da pochi giorni. Che bilancio ti senti di tracciare di quest'annata?
“Prima di tutto voglio fare i complimenti a tutta la società, staff, atleti della prima squadra e anche ai ragazzi dell’Under 21 e dell’Under 18; secondo me il nostro bilancio è stato positivo sopratutto da una squadra costruita per arrivare ai play off e con dei giocatori che non hanno mai giocato insieme, con dei ragazzi giovani. Arrivati al primo posto e semifinale di Coppa possiamo dire un dire un bilancio meritato”.

Ripensando a quello che è stato, qual'è il ricordo più bello, l'immagine che ti porterai dentro?
“Porterò sempre dentro di me tutti quanti senza fare figli o figliastri, perché è bello sempre vincere, comunque il più bello ancora è l'amicizia che può rimanere tra noi”.

Campionato vinto all'ultima giornata. Qual'è stata la vostra arma in più rispetto alla concorrenza nell'arco della stagione?
“Vincere il campionato all'ultima giornata è stato veramente da cardiopalmo, però è molto più gustosa una vittoria così. La nostra arma in più è stata la voglia di ognuno di voler vincere nei momenti di difficoltà, di problemi fisici, ognuno ha dato il suo contributo al gruppo”.

Capitolo Coppa Italia. Siete usciti in semifinale, ripensando a quell'evento, c'è un pizzico di rammarico? Che bilancio vi sentite di tracciare della Final Eight giocata in casa?
“Guarda, il rammarico rimane sempre. Però nel senso che potevamo fare un passo in più, secondo me. Sapendo che potevamo arrivare in finale, potendo dare una allegria maggiore ai nostri famigliari, tifosi e società. Comunque non tolgo il merito del Cisternino, che secondo me ha meritato di portare la Coppa a casa. Che sul campo hanno dimostrato. Da parte mia io ci tenevo molto a vincerla, soprattutto a casa nostra, non è arrivata, pazienza, ci sarà una prossima volta”.

L'anno prossimo sarà Serie A2, che aspettative dovrà avere secondo voi la Menegatti Metalli C5 nella seconda serie nazionale?
“Diciamo che è presto per dire qualcosa, penso che si muoverà bene la società per rispondere all'aspettativa giusta. Comunque bisogna sapere l'obiettivo prima di tutto, e mantenersi nella categoria che è difficilissima; dopo solo il tempo dirà qualcosa”.

Ultima cosa, siamo ai saluti. Qual'è la dedica per i successi ottenuti in questa straordinaria stagione?
“Prima di fare saluti e dediche voglio fare un grossissimo in bocca al lupo a tutti e ringraziare tutti per l'avventura. Alla presidenza, che ha creduto fino alla fine negli atleti: siamo grati chi fa girare il movimento (Futsal) di questo sport e che ci crede ancora. Grazie. La dedico prima a Gisele, mia moglie, che è sempre al mio fianco che mi sostiene ogni giorno e che mi ha dato il regalo più bello del mondo, Felippe: è a loro la dedica principale. Dopo alla gente che gira intorno a questa società, a Paolo Menegatti che mi ha riportato e mi ha voluto con tutte le forze qui in Veneto un'altra volta. Abbraccio a tutti e in bocca al lupo. Per tutto. Grazie ragazzi e forza Thiene Zanè”.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
FutsalWorld
Tifoso accanito
Tifoso accanito


Registrato: Jul 04, 2005
Messaggi: 634

MessaggioInviato: Gio 23 Apr 2015 @ 07:12    Oggetto: Rispondi citando

Menegatti Metalli, la vittoria secondo Ruzza: “Grazie alla società della fiducia”
Il portiere della squadra rossonera, a pochi giorni dal termine della stagione, ripercorre i passi della sua prima annata da titolare che ha portato a successi e soddisfazioni in grande quantità

Zanè (VI) - Vincere un Campionato Nazionale di Serie B non è roba da tutti i giorni, e soprattutto impresa ancor più ardua è ottenere questo risultato al primo anno vero da titolare in categoria. Ci è riuscito benissimo Ermanno Ruzza, il portierone della Menegatti Metalli che ha difeso la porta rossonera e ha contribuito ai successi in Supercoppa e Campionato. Con l'ex portiere del Montecchio abbiamo voluto tracciare il bilancio della stagione.

Ermanno Ruzza, la stagione della prima squadra è terminata da pochi giorni. Che bilancio ti senti di tracciare di quest'annata?
“E’ stata un’annata positiva, come tutte le squadre abbiamo avuto alti e bassi, ma abbiamo sempre lavorato con l’obiettivo prefissato dalla società, quello di vincere il campionato. Avevamo tutte le armi giuste per poter giocare e vincere ogni partita”.

Ripensando a quello che è stato, qual'è il ricordo più bello, l'immagine che ti porterai dentro?
“Questa stagione e' stata fantastica sia perche e' stato il mio primo anno da titolare nel quintetto, sia perchè abbiamo vinto la Supercoppa, il Campionato e abbiamo fatto un’ottima Final Eight! Ringrazio i miei compagni e la società per la fiducia che mi hanno dato”.

Campionato vinto all'ultima giornata. Qual'è stata la vostra arma in più rispetto alla concorrenza nell'arco della stagione?
“Vincere l'ultima giornata, contro una squadra come il Castelfidardo e fuori casa non è stato per niente facile. Siamo entrati in campo concentrati e determinati, sapendo cosa avremmo perso o cosa avremmo ottenuto. Sono stati 40 minuti intensi ma abbiamo avuto più motivazioni di loro, più fame e sapevamo che dipendeva tutto da noi”.

Capitolo Coppa Italia. Siete usciti in semifinale, ripensando a quell'evento, c'è un pizzico di rammarico? Che bilancio vi sentite di tracciare della Final Eight giocata in casa?
“Avevo già giocato due eliminatorie di Final Eight ma mai partecipato. Essere tra le migliori 8 di Coppa Italia e' stata già una vittoria, uscire in semifinale cosi pero un pò brucia. Usciamo però a testa alta per la stagione fantastica che abbiamo fatto”.

L'anno prossimo sarà Serie A2, che aspettative dovrà avere secondo te la Menegatti Metalli C5 nella seconda serie nazionale?
“La Menegatti e' una società ambiziosa, sicuramente l’anno prossimo farà una rosa per essere nella parte alta della classifica”.

Ultima cosa, siamo ai saluti. Qual'è la dedica per i successi ottenuti in questa straordinaria stagione?
“Volevo salutare e dare un grosso in bocca al lupo ai miei compagni, abbiamo subito legato con tutti e ho scoperto in loro persone fantastiche dentro e fuori il campo da cui ho imparato molto. Dedico quest’annata e questa vittoria alla mia famiglia, gli amici e la mia ragazza, che mi hanno sempre sostenuto, le persone più importanti che ho”
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
FutsalWorld
Tifoso accanito
Tifoso accanito


Registrato: Jul 04, 2005
Messaggi: 634

MessaggioInviato: Ven 24 Apr 2015 @ 08:55    Oggetto: Rispondi citando

Menegatti Metalli, il saluto di Saulo Dalmas: “Bello chiudere vincendo la mia esperienza italiana”
Il pivot carioca, alla sua prima stagione nel Vicentino, è stato il capocannoniere della squadra rossonera con 31 reti messe a segno, ma tornerà in Brasile dalla prossima annata

Zanè (VI) – E’ stato l’ultimo acquisto in sede di mercato estivo per la Menegatti Metalli che doveva puntare ad un campionato da protagonista. E alla fine ha vinto Supercoppa e Campionato, laureandosi pure capocannoniere della squadra: parliamo ovviamente di Saulo Dalmas, il pivot brasiliano arrivato dalle Marche che durante l’anno ha realizzato tanti gol decisivi per la promozione in Serie A2. Con lui, a poche ore dalla sua partenza per il Brasile, abbiamo realizzato questa intervista in cui tracciamo il bilancio della stagione, e salutiamo il giocatore che chiude qui la sua avventura in terra italiana.

Saulo Dalmas, la stagione della prima squadra è terminata da pochi giorni. Che bilancio ti senti di tracciare di quest'annata?
“Il bilancio è più che positivo perchè non dimentichiamo che la squadra è stata fatta praticamente da zero, con la maggior parte degli elementi che non avevano mai giocato insieme, e che abbiamo giocato contro società e squadre molto più esperte e preparate di noi”.

Ripensando a quello che è stato, qual'è stato il ricordo più bello, l'immagine che ti porterai dentro?
“Non c'è un solo ricordo, porterò ognuno dei miei compagni come ricordo di questa mia ultima stagione italiana”.

Campionato vinto all'ultima giornata. Qual'è stata la vostra arma in più rispetto alla concorrenza nell'arco della stagione?
“Penso che alla fine è venuta fuori la maggior qualità tecnica dei nostri giocatori che si è fatta valere nei momenti di vero bisogno”.

Capitolo Coppa Italia. Siamo usciti in semifinale, ripensando a quell'evento, c'è un pizzico di rammarico? Che bilancio vi sentite di tracciare della Final Eight giocata in casa?
“Sarei bugiardo si ti dicessi che non ho un pò di rammarico, però in questi tipi di manifestazione di solito vincono quelle squadre che partono un pò indietro nei pronostici. E poi non siamo arrivati proprio al top della forma, ma comunque non abbiamo sfigurato essendo siamo usciti in semifinale, e giocando una partita che abbiamo dominato dall’inizio alla fine, dove però non siamo stati capaci di trasformare in rete tutte le azioni create. Comunque sempre a testa alta”.

L'anno prossimo sarà Serie A2, che aspettative dovrà avere secondo voi la Menegatti Metalli C5 nella seconda serie nazionale?
“Da quel poco che ho capito penso che la società ci tenga molto a fare bella figura anche in Serie A2”.

Ultima cosa, siamo ai saluti. Qual'è la dedica per i successi ottenuti in questa straordinaria stagione?
“La dedico alla mia famiglia e a mia moglie, che mi hanno sempre sopportato e aiutato in tutti momenti”.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
FutsalWorld
Tifoso accanito
Tifoso accanito


Registrato: Jul 04, 2005
Messaggi: 634

MessaggioInviato: Sab 25 Apr 2015 @ 08:13    Oggetto: Rispondi citando

Menegatti Metalli, l’analisi di Kokorovic: “Siamo stati perfetti in tutti gli scontri diretti”
Nella disamina del giocatore serbo della squadra rossonera, la vera arma in più per l’ottenimento della promozione è stata la grande percentuale di vittorie negli scontri diretti con le più serie candidate al salto di categoria. Dediche? “A tutti i mister che ho avuto e che mi hanno fatto crescere”

Zanè (VI) – Una sensazione di sicurezza, di equilibrio e di ordine tattico: ecco cosa si prova quando in campo scende Ognjen Kokorovic, un elemento assolutamente imprescindibile nella rosa rossonera che ha portato alla promozione in Serie A2 della Menegatti Metalli. Con l’esperto giocatore ex Montecchio, Grado e Cornedo, abbiamo parlato della stagione che è da poco andata in archivio e soprattutto analizzato in cosa i vicentini sono stati superiori alla concorrenza.

Ognjen Kokorovic, la stagione della prima squadra è terminata da pochi giorni. Che bilancio ti senti di tracciare di quest'annata?
“E' stata una stagione quasi perfetta, visto che due dei tre obiettivi stagionali sono stati raggiunti. Peccato per la Final Eight giocata in casa e non vinta, sarebbe stata la ciliegina sulla torta”.

Ripensando a quello che è stato, qual'è stato il ricordo più bello, l'immagine che ti porterai dentro?
“Mi resterà impresso il pallone che ho scaraventato in alto al fischio finale a Castelfidardo, e la successiva esultanza con i compagni di squadra, i quali porterò sempre nel cuore perché siamo stati un grande gruppo, compresi i mister Fabio e Diego”.

Campionato vinto all'ultima giornata. Qual'è stata la vostra arma in più rispetto alla concorrenza nell'arco della stagione?
“Negli scontri diretti abbiamo dimostrato di meritare questa promozione, dove il tasso tecnico/tattico e l'esperienza dei nostri giocatori hanno fatto la differenza”.

Coppa Italia. Siamo usciti in semifinale, ripensando a quell'evento, c'è un pizzico di rammarico? Che bilancio vi sentite di tracciare della Final Eight giocata in casa?
“Come già accennato, una vittoria nella Final Eight avrebbe reso praticamente perfetta questa stagione. Ad ogni modo, è stata una bellissima esperienza e anche la manifestazione in sé è stata organizzata da parte della nostra società con l'aiuto del Chiuppano nel migliore dei modi”.

L'anno prossimo sarà Serie A2, che aspettative dovrà avere secondo voi la Menegatti Metalli C5 nella seconda serie nazionale?
“Conoscendo i vertici della nostra società che sono molto ambiziosi, cercheranno sicuramente di fare una bella squadra con un misto di giovani e giocatori di esperienza, per fare un buon campionato. Parlare di promozione sarebbe chiaramente troppo, ma noi giocatori dobbiamo comunque cercare di vincere ogni partita pensando partita per partita. Come ho già sottolineato varie volte, questo è il modo migliore per affrontare un campionato”.

Ultima cosa, siamo ai saluti. Qual'è la dedica per i successi ottenuti in questa straordinaria stagione?
“In primis, vorrei dedicare questi successi a chi in questo sport mi ha aiutato a crescere e a migliorarmi, quindi allenatori che ho avuto e alcuni compagni di squadra. Inoltre, vorrei fare una dedica particolare ai miei genitori e mio fratello che si sono sempre preoccupati e interessati alla mia/nostra stagione, e alla mia ragazza Eleonora che ha sacrificato quasi tutti i sabati della stagione per seguirmi e che mi è stata vicino anche nei momenti non proprio facili”.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
FutsalWorld
Tifoso accanito
Tifoso accanito


Registrato: Jul 04, 2005
Messaggi: 634

MessaggioInviato: Dom 26 Apr 2015 @ 10:44    Oggetto: Rispondi citando

Menegatti Metalli, Calati e la promozione: "Orgoglioso di far parte di questo gruppo"
Il dirigente responsabile della prima squadra e dell'Under 21 torna sulla stagione da poco conclusa e racconta le emozioni di un'annata vissuta dietro le quinte...

Zanè (VI) - Lo abbiamo detto qualche mese fa nella prima chiacchierata che abbiamo fatto con lui e a maggior ragione ora lo ribadiamo adesso. Non potrebbe esistere una Menegatti Metalli C5 senza di lui. Ne è l'anima, l'essenza, la passione, e la voglia di mettere sempre tutti nelle migliori condizioni di fare il proprio compito. Antonio Calati se l'è goduta fino in fondo questa stagione che ha regalato soddisfazioni a ripetizione, stando a stretto contatto con la prima squadra e l'Under 21. Con lui abbiamo fatto un ricordo dell'annata da poco terminata, e abbiamo guardato un pò oltre...

Antonio Calati, la stagione della prima squadra è terminata da pochi giorni. Che bilancio ti senti di tracciare di quest'annata?
“Come ben dici la stagione della prima squadra è finita, e non posso dire altro che il bilancio è stato grande, con la squadra che hanno fatto il Pres. Marco Munari e il Vic Pres. Paolo Menegatti, con l'ausilio del Direttore Generale Giorgio Troiani, il guru del C5 e ai 2 allenatori Fabio Grotto prima e Diego Albertini poi, con cui ho condiviso la panchina come dirigente. Tutti loro hanno saputo gestire la squadra formata da giocatori di esperienza come Santana, Kokorovic e altri, e dai nostri giovani italiani che nel nostro vivaio stanno crescendo nelle varie categorie Under 21 e Under 18. Ripensando al Campionato è stato ottimo: ci sono stati un pò di risultati sfavorevoli che avrebbero potuto compromettere il campionato, però alla fine la forza e l'unione del gruppo ci ha portato alla promozione diretta in Serie A2”.

Ripensando a quello che è stato, qual'è stato il ricordo più bello, l'immagine che ti porterai dentro?
Campionato vinto all'ultima giornata. Qual'è stata la vostra arma in più rispetto alla concorrenza nell'arco della stagione?
“Vincere un Campionato all'ultima giornata è stata una cosa stratosferica, la nostra arma in più rispetto alle avversarie è stata ripeto come ho detto prima la forza e la volontà di riprendere il primo posto in classifica, da parte della società ai giocatori e al mister”.

Coppa Italia. Siamo usciti in semifinale, ripensando a quell'evento, c'è un pizzico di rammarico? Che bilancio vi sentite di tracciare della Final Eight giocata in casa?
“Un pizzico di rammarico c'è per quanto riguarda la Coppa Italia: ci sarebbe piaciuto e mi sarebbe piaciuto arrivare in finale, e magari poterla vincere in casa davanti ai nostri tifosi, e per me in particolare sarebbe stato ancora più bello perchè c'erano i miei genitori”.

L'anno prossimo sarà Serie A2, che aspettative dovrà avere secondo voi la Menegatti Metalli C5 nella seconda serie nazionale?
“Per quanto riguarda il prossimo anno in Serie A2 la società credo che farà una buona squadra; un mix di gente di esperienza con i nostri giovani per poter competere nella categoria”.

Ultima cosa, siamo ai saluti. Qual'è la dedica per i successi ottenuti in questa straordinaria stagione?
“Infine un ringraziamento vorrei farlo! Voglio condividere questi successi in primis con la mia famiglia, a tutta la Società con Munari, Menegatti e Troiani per avermi dato l’incarico di dirigente della prima Squadra e dell'Under 21. Infine un ringraziamento vorrei farlo ai 2 mister Fabio Grotto, con cui ho condiviso tutta la prima parte della stagione, e a Diego Albertini per la seconda parte del campionato fino alla scalata della promozione in Serie A2. Un saluto speciale anche a Nicola Ciatti, che ci ha seguito come giornalista, ed è stato un ottimo organizzatore della Final Eight di Coppa Italia. Grazie a tutti davvero”
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
FutsalWorld
Tifoso accanito
Tifoso accanito


Registrato: Jul 04, 2005
Messaggi: 634

MessaggioInviato: Lun 27 Apr 2015 @ 06:49    Oggetto: Rispondi citando

Menegatti Metalli, la promozione della Juniores secondo mister Burke: “Grande premio per una rimonta clamorosa”
Il tecnico della squadra più baby di casa rossonera si gode la qualificazione diretta nel Campionato Elite del Veneto grazie ad un girone di ritorno spaziale

Zanè (VI) – Se a metà stagione qualcuno avesse detto che la formazione Juniores della Menegatti Metalli C5 poteva recuperare 9 punti di svantaggio dalla prima e vincere il campionato, forse in pochi ci avrebbero creduto. Chi non ha smesso di crederci un solo istante è stato Caio Burke, il tecnico dei baby rossoneri, che sabato hanno vinto l’ultima giornata di campionato sul campo del Perarolo Vigontina, ed hanno festeggiato la promozione diretta. Con Burke abbiamo realizzato questa intervista per celebrare nel migliore dei modi questo successo storico.

Caio Burke, sabato si è conclusa la stagione della tua Juniores, con il successo del campionato. Quanto grande è la gioia per il raggiungimento di questo obiettivo?
“Ho fatto fatica a trattenere l'emozione... Al fischio finale, è stata una gioia immensa!!

In cosa siete stati superiori alla concorrenza?
“Prima di finire l'andata eravamo a 9 punti dai primi, il Vigoreal, ma nonostante il notevole distacco ci abbiamo sempre creduto in una difficile ma non impossibile rimonta! Siamo stati superiori a loro nella continuità dei risultati, facendo 12 vittorie e un pareggio nel ritorno”!

Quanto è cresciuta questa squadra dall'inizio dell'anno ad adesso?
“La squadra è cresciuta tantissimo a livello mentale che era la cosa più importante per me! Avere la mentalità vincente ti porta a fare grandi cose”!

A chi ti senti di dedicare questa vittoria?
“La dedico a miei 2 dirigenti accompagnatori Gino Bracale e Massimo Rabarin! Due persone molto importanti dietro le quinte”!

Qual'è il ricordo più bello che ti porterai dentro di questa annata?
“Il ricordo più bello è di sicuro la partita contro il Vigoreal in casa nostra vinta per 4-0! Ma anche tutti gli allenamenti dove ci siamo divertiti un casino”!

Ultima cosa. Dove ti auguri possano arrivare questi ragazzi, considerato anche che l'anno prossimo sarà Juniores Elite, e la Prima Squadra sarà in Serie A2?
“Di sicuro il Campionato Elite è molto bello ma anche più difficile, ma abbiamo un potenziale di giovani molto buono e secondo me arriveranno molto in alto”!
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
FutsalWorld
Tifoso accanito
Tifoso accanito


Registrato: Jul 04, 2005
Messaggi: 634

MessaggioInviato: Lun 04 Mag 2015 @ 06:55    Oggetto: Rispondi citando

Menegatti Metalli, in vista della Serie A2 confermato mister Diego Albertini
Il primo passo nell’allestimento dell’organico per la stagione 2015-16 è la riconferma del tecnico che ha guidato la squadra nella seconda parte di stagione fino alla promozione nella seconda serie nazionale: “Soddisfatto dell’accordo; vogliamo allestire una squadra ambiziosa”

Zanè (VI) – Si dice sempre che quando si costruisce una casa da zero bisogna farlo su fondamenta solide per farla durare nel tempo. Beh, la Menegatti Metalli C5 sta lavorando in questo senso nella programmazione di quella che sarà la prima stagione in Serie A2. E il primo passo è la conferma di chi in questa categoria ce l’ha portata la squadra: Diego Albertini. Si, perché la società rossonera ha reso noto di aver definito con il tecnico un accordo per la prosecuzione del rapporto anche nel prossimo campionato.

LO STORICO DEL MISTER - Inizia il suo percorso nel futsal da giocatore a Cornedo in C1 nel 2002/02, passa all’Isola in C2, prima di trasferirsi alla Telecom Broccardo Thiene in Serie B, dove inizia la scalata al futsal italiano. In tre anni di Serie B in maglia Giuriato colleziona un terzo posto, un quinto ed un quarto. Passa al Carrè Chiuppano nel 2007/08 in Serie C1 dove arriva al terzo posto finale. Ritorna al Giuriato dove vince il campionato di Serie B. Riparte da Schio nel 2009/10 in Serie C2 dove vince il campionato, risultato che ottiene pure nei tre anni seguenti in maglia Vicenza C5, dalla Serie C1 alla Serie A2. Inizia la sua carriera da dirigente nel 2011/12 al Vicenza in Serie B, dove vince il campionato, e si ripete anche nel 2012/13 in Serie A2. Nell’annata 2013-14 ritorna a calcare i parquet del Veneto come giocatore in Serie D difendendo i colori del Luna Thiene, mentre nella stagione da poco conclusa ha iniziato il suo percorso in panchina prima alla guida della formazione Under 21 della Menegatti Metalli, per passare poi a metà stagione alla guida della Prima Squadra di Serie B.

INTERVISTA
Diego Albertini, la società ti ha confermato per la prossima stagione come tecnico della Menegatti Metalli in Serie A2. Quando è grande la soddisfazione?
“Sono estremamente soddisfatto di poter guidare la Menegatti Metalli C5 nella seconda serie nazionale; cercherò di ripagare questa fiducia”.

A bocce ferme, quali sono stati gli insegnamenti più importanti che hai tratto da quella che di fatto è stata la tua prima stagione da allenatore?
“Credo di aver imparato parecchio in questa stagione soprattutto in chiave di gestione del gruppo; non è facile accontentare tutti i ragazzi ottenendo risultati importanti”.

Con la società avrete parlato di obiettivi. Che aspetto dovrà avere la Menegatti Metalli C5 2015-2016 in Serie A2?
“Abbiamo fatto il punto della situazione analizzando le potenziali riconferme e guardato avanti in chiave mercato per allestire una squadra competitiva”.

A livello personale, cosa ti aspetti da questa nuova e stimolante esperienza sportiva?
“Solitamente gioco solo per vincere, ma personalmente spero di poter allenare un buon gruppo di giocatori capaci di divertirsi e di far divertire il pubblico che verrà a sostenerli”.

Ultima cosa. Secondo te ci sarà necessità di fare molti cambiamenti nella rosa che affronterà la prossima stagione?
“I cambiamenti sono d'obbligo dato che la Serie A2 sarà molto impegnativa; da parte mia è intenzione riconfermare alcuni giocatori e integrarli con altri di categoria superiore. La società e Paolo Menegatti sono molto attivi su questo fronte per allestire una squadra importante”.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Serie B Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... , 9, 10, 11  Successivo
Pagina 10 di 11

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi

Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
Forums ©
     
Il sito si occupa di calcio a 5. Oltre al Forum dove gli utenti possono scambiare idee ed opinioni all'interno del sito potete trovare calendari, classifiche, rose, marcatori di tutti i campionati regionale FIGC del veneto. Dalla serie D alla C1, dai Giovanissimi all'Under 21. Tutto quello che cercate sul calcio a 5 veneto lo trovate qua.
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2002 by me
You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license. spam free