FUTSALVENETO ANCHE SU
 
   
Google Search
 
   


Menù
 
   
  Regolamento del sito
  FAQ (domande frequenti)
  Come Registrarsi
  Home Page
  Forum
  Info Personali
  Gioca la schedina
  Gestione squadra
  Stagione 2017-2018
  Stagioni Precedenti
  Regole Calcio a 5
  News
  Come postare le news
  Inviaci una News
  Links
  Contatti
  Segnala il sito
  Privacy
  L’ANGOLO DEL C.R.V.
  LA TRU-BRICA
  ANGOLO DI CECCHIGOL
  FACEBOOK
Disclaimer
 
   
La pubblicazione di contenuto di qualsiasi tipo, letterale o altro, da parte di utente in qualsivoglia area accessibile del sito non implica alcuna adesione dello Staff di Futsalveneto a tale contenuto, né la condivisione della responsabilità, che resta individuale ed esclusivamente a capo dell'utente.

ATTENZIONE:
L'IP dell'utente che posta nel forum viene registrato insieme al messaggio e puo' essere fornito su richiesta dell'autorita' giudiziaria al fine di individuare gli autori di messaggi offensivi, diffamatori o illegali in genere. In casi normali l'IP non viene reso pubblico.
 
futsalveneto :: Leggi argomento - 3menda armonia: pensieri, canzoni e poesie per l'anima…
 FAQFAQ   CercaCerca   GruppiGruppi   ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

3menda armonia: pensieri, canzoni e poesie per l'anima…
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... , 16, 17, 18  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> 3mendi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
futsal9
Hooligan
Hooligan


Registrato: Jan 24, 2006
Messaggi: 16723
Residenza: Il vincitore è solo un sognatore che non ha mai mollato...

MessaggioInviato: Gio 04 Feb 2010 @ 12:05    Oggetto: Rispondi citando

"E non si sa che cosa sia più affascinante, se la vista di nuove spiagge o la scoperta di nuove vie d'accesso a ciò che ci è noto da sempre e che abbiamo quasi dimenticato"
_________________
SUPER...LO SAI CHE LE PROMESSE VANNO MANTENUTE???!!!

Giocatore vecchio...fa buon campionato!!!

"Quello che conta tra amici non è ciò che si dice, ma quello che non occorre dire."

2° HOOLIGAN...3MENDO...e nn per tutti!!!

Io?.. RECREA
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
fossile
Moderatore
Moderatore


Registrato: Oct 08, 2004
Messaggi: 38345

MessaggioInviato: Mer 10 Feb 2010 @ 09:02    Oggetto: Rispondi citando

Abramo e l'angelo

Abramo, ormai vecchissimo, era seduto su una stuoia nella sua tenda di capo tribù,
quando vide sulla pista del deserto un angelo venirgli incontro.
Ma quando l'angelo gli si fu avvicinato, Abramo ebbe un sussulto: non era l'angelo della vita, era l'angelo della morte.
Appena gli fu di fronte Abramo si fece coraggio e gli disse: "Angelo della morte, ho una domanda da farti: io sono amico di Dio, hai mai visto un amico desiderare la morte dell'amico?".
L'angelo rispose: "Sono io a farti una domanda: hai mai visto un innamorato rifiutare l'incontro con la persona amata?".
Allora Abramo disse: "Angelo della morte, prendimi".
Wink
_________________
Preoccupati più della tua coscienza che della reputazione.
Perché la tua coscienza è quello che tu sei, la tua reputazione è ciò che gli altri pensano di te. E quello che gli altri pensano di te è problema loro.
Top
Profilo Invia messaggio privato
fossile
Moderatore
Moderatore


Registrato: Oct 08, 2004
Messaggi: 38345

MessaggioInviato: Mer 17 Feb 2010 @ 10:14    Oggetto: Rispondi citando

Astinenza....dalla carne

Vicino alla città di Soria, in Spagna, c’è la figura di un vecchio eremita scolpito nella roccia. Alcuni anni fa, un uomo che abbandonò tutto per dedicarsi alla contemplazione viveva lì. L’errante sta provando a trovare quel luogo un pomeriggio d’autunno, e, quando riesce a trovarlo, viene accolto con grande cordialità. Dopo aver diviso un pezzo di pane, l’eremita chiede che l’errante vada con lui ad un piccolo ruscello là vicino per prendere un po’ di funghi commestibili. Mentre camminano, un ragazzo li avvicina. “Sant’uomo,” dice. “Mi è stato detto che, per raggiungere l’illuminazione, dovremmo evitare di mangiare la carne. E’ vero?” “Accetta con gioia tutto ciò che la vita ti offre,” risponde l’uomo. “Non commettere peccati contro lo spirito, e non maledire in nome di Dio la generosità della terra.”
...maktub Wink
_________________
Preoccupati più della tua coscienza che della reputazione.
Perché la tua coscienza è quello che tu sei, la tua reputazione è ciò che gli altri pensano di te. E quello che gli altri pensano di te è problema loro.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ares
Invasore di campo
Invasore di campo


Registrato: Mar 22, 2006
Messaggi: 5154
Residenza: Un angolino dietro il tuo monitor...

MessaggioInviato: Mer 17 Feb 2010 @ 21:45    Oggetto: Rispondi citando

« Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti.
Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza. »


Articolo 1 della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani - 10 dicembre 1948

_________________
"The Official INCARNATOR of 3mendhouse"
Invidiosi?! Blue_Light_Colorz_PDT_02
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Silent
Amministratore
Amministratore


Registrato: Set 01, 2004
Messaggi: 54041
Residenza: Futsal

MessaggioInviato: Sab 27 Feb 2010 @ 13:41    Oggetto: Rispondi citando

pochi sono gli uomini squadra, perché solo pochi sono così grandi da pensare al bene comune prima che a se stessi.

Vincent Lombardi

_________________
MAS
Top
Profilo Invia messaggio privato
fossile
Moderatore
Moderatore


Registrato: Oct 08, 2004
Messaggi: 38345

MessaggioInviato: Ven 05 Mar 2010 @ 09:52    Oggetto: Rispondi citando

E' bello pensare che gli uomini hanno migliaia di linguaggi estremamente complessi per esprimere i loro pensieri più seri e che un Europeo, un Indiano ed un Arabo esprimono la loro gioia ridendo esattamente nello stesso identico modo. Wink
_________________
Preoccupati più della tua coscienza che della reputazione.
Perché la tua coscienza è quello che tu sei, la tua reputazione è ciò che gli altri pensano di te. E quello che gli altri pensano di te è problema loro.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ares
Invasore di campo
Invasore di campo


Registrato: Mar 22, 2006
Messaggi: 5154
Residenza: Un angolino dietro il tuo monitor...

MessaggioInviato: Dom 07 Mar 2010 @ 18:19    Oggetto: Rispondi citando

*Perché le donne stanno così tanto nei bagni pubblici?*
Il grande segreto di tutte le donne rispetto ai bagni è che da bambina tua
mamma ti portava in bagno, puliva la tavolozza, ne ricopriva il perimetro
con la carta igienica e poi ti spiegava:"MAI, MAI appoggiarsi sul
gabinetto" e poi ti mostrava "la posizione" che consiste nel bilanciarsi
sulla tazza facendo come per sedersi ma senza che il corpo venga a
contatto con la tavolozza.

"La posizione" è una delle prime lezioni di vita di una bambina,
importantissima e necessaria, deve accompagnarci per il resto della vita.
Ma ancora oggi, da adulte, "la posizione" è terribilmente difficile da mantenere quando hai la vescica che sta per esplodere.
Quando "devi andare" in un bagno pubblico, ti ritrovi con una coda di donne che ti fa pensare che dentro ci sia Brad Pitt. Allora ti metti buona ad aspettare, sorridendo amabilmente alle altre che aspettano anche loro con le gambe e le braccia incrociate. È la posizione ufficiale di "me la sto facendo addosso".
Finalmente tocca a te, ma arriva sempre la mamma con "la bambina piccola che non può più trattenersi" e ne approfittano per passare avanti tutte e due!

A quel punto controlli sotto le porte per vedere se ci sono gambe. Sono tutti occupati. Finalmente se ne apre uno e ti butti addosso alla persona che esce. Entri e ti accorgi che non c'è la chiave (non c'è mai); non importa... Appendi la borsa a un gancio sulla porta, e se non c'è (non c'è mai), ispezioni la zona, il pavimento è pieno di liquidi non ben definiti e non osi poggiarla lì, per cui te la appendi al collo ed è pesantissima, piena com'è di cose che ci hai messo dentro, la maggior parte delle quali non usi ma le tieni perché non si sa mai.
Tornando alla porta... dato che non c'è la chiave, devi tenerla con una mano, mentre con l'altra ti abbassi i pantaloni e assumi "la posizione"...

AAhhhhhh... finalmente...
A questo punto cominciano a tremarti le gambe... perché sei sospesa in aria, con le ginocchia piegate, i pantaloni abbassati che ti bloccano la circolazione, il braccio teso che fa forza contro la porta e una borsa di 5 chili appesa al collo. Vorresti sederti, ma non hai avuto il tempo di pulire la tazza né di coprirla con la carta, dentro di te pensi che non succederebbe nulla ma la voce di tua madre ti risuona in testa "non sederti mai su un gabinetto pubblico!", così rimani nella "posizione", ma per un errore di calcolo un piccolo zampillo ti schizza sulle calze!!! Sei fortunata se non ti bagni le scarpe. Mantenere "la posizione" richiede grande concentrazione. Per allontanare dalla mente questa disgrazia,
cerchi il rotolo di carta igienica maaa, cavolo...! non ce n'è...! (mai).
Allora preghi il cielo che tra quei 5 chili di cianfrusaglie che hai in borsa ci sia un misero kleenex, ma per cercarlo devi lasciare andare la porta, ci pensi su un attimo, ma non hai scelta. E non appena lasci la porta, qualcuno la spinge e devi frenarla con un movimento brusco, altrimenti tutti ti vedranno semiseduta in aria con i pantaloni abbassati. NO!!
Allora urli "O-CCU-PA-TOOO!!!", continuando a spingere la porta con la mano libera, e a quel punto dai per scontato che tutte quelle che aspettano fuori abbiano sentito e adesso puoi lasciare la porta senza paura, nessuno oserà aprirla di nuovo (in questo noi donne ci rispettiamo molto) e ti rimetti a cercare il keenex, vorresti usarne un paio ma sai quanto possono tornare utili in casi come questi e ti accontenti di uno, non si sa mai.
In questo preciso momento si spegne la luce automatica, ma in un cubicolo
così minuscolo non sarà tanto difficile trovare l'interruttore! Riaccendi la
luce con la mano del kleenex, perché l'altra sostiene i pantaloni, conti i secondi che ti restano per uscire di lì, sudando perché hai su il cappotto che non avevi dove appendere e perché in questi posti fa sempre un caldo terribile.
Senza contare il bernoccolo causato dal colpo di porta, il dolore al collo per la borsa, il sudore che ti scorre sulla fronte, lo schizzo sulle calze... il ricordo di tua mamma che sarebbe vergognatissima se ti vedesse così; perché il suo "bofice" non ha mai toccato la tavolozza di un bagno pubblico, perché davvero 'non sai quante malattie potresti prenderti qui'.

Ma la debacle non è finita... sei esausta, quando ti metti in piedi non senti più le gambe, ti rivesti velocemente e soprattutto tiri lo sciacquone!
Se non funziona preferiresti non uscire più da quel bagno, che vergogna!
Finalmente vai al lavandino. È tutto pieno di acqua e non puoi
appoggiare la borsa, te la appendi alla spalla, non capisci come funziona il
rubinetto con i sensori automatici e tocchi tutto finché riesci finalmente a lavarti le mani in una posizione da gobbo di Notredame per non far cadere la borsa nel lavandino; l'asciugamani è così scarso che finisci per asciugarti le mani nei pantaloni, perché non vuoi sprecare un altro kleenex per questo!
Esci passando accanto a tutte le altre donne che ancora aspettano con le gambe incrociate e in quei momenti non riesci a sorridere spontaneamente, cosciente del fatto che hai passato un'eternità là dentro. Sei fortunata se non esci con un pezzo di carta igienica attaccato alla scarpa o peggio ancora con la cerniera abbassata! A me è capitato una volta, e non sono l'unica a quanto ne so! Esci e vedi il tuo ragazzo che è già uscito dal bagno da un pezzo e gli è rimasto perfino il tempo di leggere Guerra e Pace mentre ti aspettava. "Perché ci hai messo tanto?" ti chiede irritato.
"C'era molta coda" ti limiti a rispondere.
E questo è il motivo per cui noi donne andiamo in bagno in gruppo, per solidarietà, perché una ti tiene la borsa e il cappotto, l'altra ti tiene la porta e l'altra ti passa il kleenex da sotto la porta; così è molto più semplice e veloce perché tu devi concentrarti solo nel mantenere "la posizione". E la dignità.
*Questo è dedicato alle donne di tutto il mondo che hanno usato un bagno
pubblico e a voi uomini, perché capiate come mai ci stiamo tanto. *


Anche se nn immagino minimamente cosa possa significare trovarsi in questa situazione... sta tipa merita tutto il mio rispetto!!
Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing
_________________
"The Official INCARNATOR of 3mendhouse"
Invidiosi?! Blue_Light_Colorz_PDT_02
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
futsal9
Hooligan
Hooligan


Registrato: Jan 24, 2006
Messaggi: 16723
Residenza: Il vincitore è solo un sognatore che non ha mai mollato...

MessaggioInviato: Ven 26 Mar 2010 @ 13:45    Oggetto: Rispondi citando

"pensi,e se pensi ricordi,e se ricordi piangi,e se piangi,vuol dire che non hai mai dimenticato"
_________________
SUPER...LO SAI CHE LE PROMESSE VANNO MANTENUTE???!!!

Giocatore vecchio...fa buon campionato!!!

"Quello che conta tra amici non è ciò che si dice, ma quello che non occorre dire."

2° HOOLIGAN...3MENDO...e nn per tutti!!!

Io?.. RECREA
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
livestrong
Amministratore
Amministratore


Registrato: Sep 17, 2005
Messaggi: 23122
Residenza: MEGLIO UN NEMICO ....CHE UN FALSO AMICO....APRI LA TUA MENTE!!!

MessaggioInviato: Mer 31 Mar 2010 @ 10:10    Oggetto: Rispondi citando

L’Esempio

Ci saranno sentieri diversi per occhi distratti, ma il sentiero è, e resterà unico, la vita è unica, il cammino è unico, ogni cosa congiungerà tutti e tutto in un solo mare.

Saggio Gufo, non credi che questi ammaestramenti per i nostri cuccioli siano un po’ eccessivi, le loro menti sono ancora immature, non potranno interiorizzarli mai.

Intervenne una gallina preoccupata, le lezioni del Gufo erano di giorno in giorno divenute sempre più complesse, e le mamme della foresta erano seriamente preoccupate per i loro piccoli.

Il Gufo guardò l’impettita Gallina, e vide il suo lavoro di mesi crollare miseramente nello spazio di un secondo.

E’ tutto lavoro sprecato mie care signore. Solo ora lo capisco.

Disse il Gufo tristemente.

Che io parli o no, non servirà comunque a niente indottrinare le nuove generazioni, se nel tornare nelle vostre tane troveranno ad accoglierli la vostra sordità.

Le mamme si sentirono punte nel vivo ed incominciarono a volare parole vestite d’accuse contro il vecchio Gufo, che stanco e demoralizzato, aprì le ali e prese a volare lontano da quell’incolto gruppo di femmine isteriche.

Mentre si allontanava ancora adirato e con la mente distratta, prese in pieno un bellissimo uccello dai molteplici colori, che volava proprio nel verso contrario al suo.

I due nello scontro furono costretti a fermare per un attimo il loro volo, atterrando entrambi sul ramo di un albero:

Caro Gufo, quando si vola a quella velocità, farebbe meglio a tenere gli occhi aperti e la testa rivolta in avanti.

Disse con un sorrisetto malizioso l’uccellina multicolore.

Stavolta ci è andata bene ma non si è sempre così fortunati.

Scusami tanto uccellina variopinta, ma approposito di che razza sei?

Disse il Gufo incuriosito e nello strizzare gli occhi per meglio focalizzarla inforcò i suoi occhiali.

Sono un uccello del paradiso.

Rispose l’uccellina.

Ha si ho sentito parlare della vostra razza, ma non sei lontana da casa?

Si molto lontana ma devo fare una cosa qui.

E cosa, se mi è concesso di sapere?

Certo che lo puoi sapere, sono venuta ad aiutarti nel tuo lavoro, non si può indottrinare i cuccioli se non si è indottrinate le madri, sono venuta per loro, per le mamme.


Perdi tempo sono delle oche,delle galline, e preferisco non andare avanti altrimenti le parole che ho nel cuore, dipingerebbero in te un immagine sbagliata del mio animo.

So quanto sei addolorato, conosco il tuo cuore, e so quello che hai tentato di fare.

Il Gufo era profondamente colpito da quell’uccellina del paradiso, e fu allora che chiese:

Come farai a farle capitolare, come farai a far si che guardino oltre .

Io non farò nulla, non serve a molto mettersi su un ramo ad impartire lezioni in questo caso, io porterò una sola lezione “l’esempio”.

Hahahahahaha l’esempio e tu credi che basti un esempio rendere l’ascolto a chi è sordo?

L’esempio è quella voce che è dentro la voce.

Disse l’uccellina ed aggiunse:

L’esempio e la parola che non ascolti ma che trovi depositata direttamente nel tuo cuore, la parola invece deve passare attraverso l’ascolto e l’ascolto é molto spesso un muro insormontabile, influenzato da troppi fattori, primo tra i quali le sbagliate abitudini .

Gli occhi invece non hanno muri, osservano semplicemente e con mano indelebile e silenziosa dipingono nel cuore “l’esempio”.

Uccellina cara, dici l’esempio? E non era un esempio di altruismo il mio dare senza nulla chiedere?

Gufo caro, ma tu dimentichi che eri su un ramo ad impartire lezioni? Da quella posizione non puoi diventare uno di loro, io invece si, io sarò una mamma tra le mamme, io sarò una gallina tra le galline, perché solo mescolandomi tra loro con loro, io potrò lasciare un esempio che resta.

Ahahahhaha ho capito e da cosa ti viene questo ingegno, e poi perché ti prenderesti questo impegno?

Perché??? Dici???: “Ci saranno sentieri diversi per occhi distratti, ma il sentiero è, e resterà unico, la vita è unica, il cammino è unico, ogni cosa congiungerà tutti e tutto in un solo mare.”

Ma queste sono le parole della mia ultima lezione, e come hai fatto ad ascoltarle, tu che vieni da tanto lontano?

Perché le parole quando sono “giuste” riecheggiano nel cuore del mondo ed io queste parole le ho ascoltate sussurrare dalla luna e dal sole e a cavallo di una stella sono accorsa a dirti che quel mare ci attende tutti. Perciò diamoci da fare, da dentro, da fuori, dal cielo o dalla terra tutti in corsa verso il mare.

Hai ragione uccellina, torno indietro con te…logicamente fingiamo di non conoscerci.

Logicamente!!!

Confermò ridendo l’uccellina.

Il Gufo e l’uccellina tornarono alla foresta, e mentre il Gufo impartiva lezioni dall’alto, l’uccellina con la sua semplicità e il suo esempio, dimostrava che nella vita reale era possibile realizzare le teoriche visioni del Gufo, ed in poco tempo, quel luogo vide tante novità, tanti nuovi sorrisi e tanti cuori fiorire.

“Ci saranno sentieri diversi per occhi distratti, ma il sentiero è, e resterà unico, la vita è unica, il cammino è unico, ogni cosa congiungerà tutti e tutto in un solo mare. Diamoci da Fare.”
_________________
LIVE..ORGOGLIOSA DS DEI 3MENDI E 19° FIERO MEMBRO del RFC

TRU ..angelo biondo sempre con noi..

Quello che provi nel tuo Cuore e rappresenti nella tua Mente, diventa la tua Realtà
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
ezzelino
Fomentatore di piazze
Fomentatore di piazze


Registrato: Mar 15, 2005
Messaggi: 25484
Residenza: La mia Australia

MessaggioInviato: Lun 14 Feb 2011 @ 21:58    Oggetto: Rispondi citando

Dedicata al PIRATA Marco Pantani...................

L'ULTIMA SALITA


Corri più veloce del vento
il vento non ti prenderà mai
corri ancora adesso lo sento
sta soffiando sopra gli anni tuoi.
Dammi la mano fammi sognare
dimmi se ancora avrai
al traguardo ad aspettarti
qualcuno oppure no

Dimmi cos'è che fa sentire
il vuoto che ti toglie tutto
e fa finire il gioco
dimmi cos'è dentro di te
dimmi perchè

Cerchi questo giorno d'inverno
il sole che non tramonta mai
lo cerchi in questa stanza d'albergo
solo e sempre con i tuoi guai.
Dammi la mano fammi sognare
dimmi se ancora avrai
al traguardo ad aspettarti
qualcuno oppure no

Dimmi cos'è che fa sentire il vuoto
che ti toglie tutto
e fa finire il gioco
dimmi cos'è dentro di te
dimmi perchè

Dimmi cos'è che fa sentire
il vuoto che ti toglie tutto
e fa finire il gioco
dimmi cos'è dentro di te
dimmi perchè

A braccia alzate verso il cielo
nella notte te ne andrai
e a pugni chiusi sulla vita
la tua vita graffierai

Dammi la mano fammi sognare
dimmi se ancora avrai
al traguardo ad aspettarti
qualcuno oppure no

Dimmi cos'è dentro di te
dimmi perchè
dimmi cos'è dentro di te

_________________
http://sportingaltamarca.it/
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
fossile
Moderatore
Moderatore


Registrato: Oct 08, 2004
Messaggi: 38345

MessaggioInviato: Mer 18 Mag 2011 @ 18:44    Oggetto: Rispondi citando

Una ragazza stava aspettando il suo volo in una sala d'attesa di un grande aeroporto. Siccome avrebbe dovuto aspettare per molto …
tempo, decise di comprare un libro per ammazzare il tempo...Comprò anche un pacchetto di biscotti...Si sedette nella sala VIP per stare più tranquilla...Accanto a lei c'era la sedia con i biscotti e dall'altro lato un signore che stava leggendo il giornale...Quando cominciò a prendere il primo biscotto,anche l'uomo ne prese uno; lei si sentì indignata ma non disse nulla e continuò a leggere il suo libro...Tra lei e lei pensò: "Ma tu guarda…se solo avessi un po' più di coraggio,gli direi quattro..."...Così ogni volta che lei prendeva un biscotto,l'uomo accanto a lei, senza fare un minimo cenno, ne prendeva uno anche lui...Continuarono fino a che non rimase solo un biscotto e la donna pensò: "Ah, adesso voglio proprio vedere cosa mi dice quando saranno finiti tutti…!"...L'uomo prima che lei prendesse l'ultimo biscotto lo divise a metà! "Ah, questo è troppo", pensò e cominciò a sbuffare e indignata si prese le sue cose il libro e la sua borsa e si incamminò verso l'uscita della sala d'attesa...Quando si sentì un po' meglio e la rabbia era passata, si sedette su una sedia lungo il corridoio per non attirare troppo l'attenzione e per evitare altri incontri spiacevoli...Chiuse il libro e aprì la borsa per infilarlo dentro quando....nell'aprire la borsa vide che il pacchetto di biscotti era ancora tutto intero nel suo interno...Sentì tanta vergogna e capì solo allora che il pacchetto di biscotti uguale al suo era di quell'uomo seduto accanto a lei che però aveva diviso i suoi biscotti con lei senza sentirsi indignato, nervoso...Al contrario di lei che aveva sbuffato,ma che ora si sentiva sprofondare...

Prima di arrivare ad una conclusione affrettata e prima di pensare male delle persone, guarda attentamente le cose. Molto spesso non sono come sembrano…!
Wink
_________________
Preoccupati più della tua coscienza che della reputazione.
Perché la tua coscienza è quello che tu sei, la tua reputazione è ciò che gli altri pensano di te. E quello che gli altri pensano di te è problema loro.
Top
Profilo Invia messaggio privato
cicinho
Esautoratore di regimi
Esautoratore di regimi


Registrato: Jan 15, 2006
Messaggi: 51312
Residenza: se continua cossita a cambio...

MessaggioInviato: Gio 06 Ott 2011 @ 16:20    Oggetto: Rispondi citando

Do you ever feel like a plastic bag
Drifting throught the wind
Wanting to start again

Do you ever feel, feel so paper thin
Like a house of cards
One blow from caving in

Do you ever feel already buried deep
Six feet under scream
But no one seems to hear a thing

Do you know that tehre’s still a chance for you
Cause there’s a spark in you

You just gotta ignite the light
And let it shine
Just own the night
Like the Fourth of July

Cause baby you’re a firework
Come on show ‘em what your worth
Make ‘em go “Oh, oh, oh!”
As you shoot across the sky-y-y

Baby you’re a firework
Come on let your colors burst
Make ‘em go “Oh, oh, oh!”
You’re gunna leave ‘em fallin’ down-own-own

You don’t have to feel like a waste of space
You’re original, cannot be replaced
If you only knew what the future holds
After a hurricane comes a rainbow

Maybe you’re reason why all the doors are closed
So you can open one that leads you to the perfect road
Like a lightning bolt, your heart will blow
And when it’s time, you’ll know

You just gotta ignite the light
And let it shine
Just own the night
Like the Fourth of July

Cause baby you’re a firework
Come on show ‘em what your worth
Make ‘em go “Oh, oh, oh!”
As you shoot across the sky-y-y

Baby you’re a firework
Come on slet your colors burst
Make ‘em go “Oh, oh, oh!”
You’re gunna leave ‘em fallin’ down-own-own

Boom, boom, boom
Even brighter than the moon, moon, moon
It’s always been inside of you, you, you
And now it’s time to let it through

Cause baby you’re a firework
Come on show ‘em what your worth
Make ‘em go “Oh, oh, oh!”
As you shoot across the sky-y-y

Baby you’re a firework
Come on slet your colors burst
Make ‘em go “Oh, oh, oh!”
You’re gunna leave ‘em goin “Oh, oh, oh!”

Boom, boom, boom
Even brighter than the moon, moon, moon
Boom, boom, boom
Even brighter than the moon, moon, moon


Fireworks - Kate Perry

è fantastica così, la traduzione forse toglie di "valore" alle parole Wink
_________________
Mai discutere con un idiota: ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza.
1° Esautoratore di regimi
1° Destabilizzatore di FV
1° Sobillatore di PAZZE Cool
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
ugo84
Hooligan
Hooligan


Registrato: Aug 03, 2007
Messaggi: 16995
Residenza: un po' qui, un po' la..

MessaggioInviato: Mar 27 Dic 2011 @ 17:23    Oggetto: Rispondi citando

"C'è un ape che se posa su un bottone de rosa: lo succhia e se ne va... Tutto sommato, la felicità è una piccola cosa" (Trilussa)
_________________
1° topic 3mendo di Ugo
www.futsalyoung.com
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
fossile
Moderatore
Moderatore


Registrato: Oct 08, 2004
Messaggi: 38345

MessaggioInviato: Gio 29 Dic 2011 @ 08:23    Oggetto: Rispondi citando

IL PROBLEMA DEGLI ALTRI
(Paolo Coelho)

C'era una volta un saggio molto conosciuto, che viveva su una montagna dell'Himalaya. Stanco della convivenza con gli uomini, aveva scelto una vita semplice, e passava la maggior parte del tempo meditando.
La sua fama, però, era così grande che la gente era pronta pronta ad affrontare strade anguste, ad arrampicarsi su colline ripide, a oltrepassare fiumi copiosi solo per conoscere quel sant'uomo, che tutti credevano fosse capace di risolvere qualsiasi angoscia del cuore umano.
Il saggio, essendo un uomo molto compassionevole, elargiva un consiglio qui, un altro lì, ma cercava di liberarsi subito dei visitatori indesiderati. Essi, comunque, si presentavano a gruppi sempre più numerosi, e un giorno una folla bussò alla sua porta, dicendo che sul giornale locale erano state pubblicate delle storie bellissime su di lui, e tutti erano sicuri che lui sapesse come superare le difficoltà della vita.
Il saggio non fece commenti e chiese loro di sedersi e aspettare. Trascorsero tre giorni, e arrivò altra gente. Quando non ci fu più posto per nessun altro, egli si rivolse alla popolazione che si trovava davanti alla sua porta.
- Oggi vi darò la risposta che tutti desiderate. Ma voi dovete promettere che, non appena i vostri problemi saranno risolti, direte ai nuovi pellegrini che mi sono trasferito altrove - così che io possa continuare a vivere nella solitudine cui tanto anelo. Gli uomini e le donne fecero un giuramento solenne: se il saggio avesse compiuto quanto promesso, essi non avrebbero permesso a nessun altro pellegrino di salire sulla montagna.
- Raccontatemi i vostri problemi - disse il saggio.
Qualcuno cominciò a parlare, ma fu subito interrotto da altre persone - poiché tutti sapevano che quella era l'ultima udienza pubblica che il sant'uomo avrebbe concesso, temevano che non avrebbe avuto il tempo di ascoltarli. Qualche minuto dopo, si era creata una grande confusione, con tante voci che urlavano nello stesso tempo, gente che piangeva, uomini e donne che si strappavano i capelli per la disperazione, perché era impossibile farsi sentire.
Il saggio lasciò che la situazione si prolungasse per un po', finché urlò:
- Silenzio!
La folla si azzittì immediatamente.
- Scrivete i vostri problemi e posate i fogli di carta davanti a me.
Quando tutti ebbero terminato, il saggio mescolò tutti i fogli in una cesta, chiedendo poi:
- Fate passare tra voi questa cesta, e che ciascuno prenda il foglio che si trova sopra e legga ciò che vi è scritto. Potrete scegliere se cominciare ad avere il problema che vi troverete scritto oppure potrete richiedere indietro il vostro problema a chi gli è capitato nel sorteggio.
Ciascuno dei presenti prese uno dei fogli, lesse e rimase terrificato. Ne conclusero che ciò che avevano scritto, per peggiore che fosse, non era tanto serio come il problema che affliggeva il vicino. Due ore dopo, si scambiarono i fogli e ciascuno si rimise in tasca il proprio problema personale, sollevato nel sapere che il proprio problema non era poi tanto grave quanto immaginava.
Tutti furono grati per la lezione, scesero giù dalla montagna con la certezza di essere più felici degli altri e, rispettando il giuramento fatto, non permisero più a nessuno di turbare la pace del sant'uomo... Wink

_________________
Preoccupati più della tua coscienza che della reputazione.
Perché la tua coscienza è quello che tu sei, la tua reputazione è ciò che gli altri pensano di te. E quello che gli altri pensano di te è problema loro.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Silent
Amministratore
Amministratore


Registrato: Set 01, 2004
Messaggi: 54041
Residenza: Futsal

MessaggioInviato: Gio 01 Mar 2012 @ 17:50    Oggetto: Rispondi citando

Caro Amico Ti Scrivo: Un Uomo Solo Può Vincere Il Mondo..Com'è Profondo Il Mare...Ma Come Fanno I Marinai....Balla Balla Ballerino....Non Basta Saper Cantare, Nun Parlà...Per Te...Ho Trovato Una Rosa...Prima Dammi Un Bacio, Amore Disperato, Apriti Cuore, Tu Non Mi Basti Mai.....Io Tra Un'ora Sono Lì...Cosa Sarà...L'anno Che Verrà...Anche Se Il Tempo Passa....Cosa Vuol Dire.... Una Lacrima...Prendimi Così....Se Io Fossi Un Angelo....
Goodbye Lucio !!! Wink
_________________
MAS
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> 3mendi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... , 16, 17, 18  Successivo
Pagina 17 di 18

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi

Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
Forums ©
     
Il sito si occupa di calcio a 5. Oltre al Forum dove gli utenti possono scambiare idee ed opinioni all'interno del sito potete trovare calendari, classifiche, rose, marcatori di tutti i campionati regionale FIGC del veneto. Dalla serie D alla C1, dai Giovanissimi all'Under 21. Tutto quello che cercate sul calcio a 5 veneto lo trovate qua.
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2002 by me
You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license. spam free